fbpx
  • Dom. Apr 21st, 2024

Il 29 e 30 marzo lo potete scaricare gratis su Amazon libri

Si tratta del libro Porno dipendenza pubblicata finalmente su Amazon la nuova edizione per gli insegnanti e i genitori. 

    Già nella premessa l’autore  Paolo Mancino si domanda nel capitolo Pornografia scuola e famiglia: 

   “Volete davvero che sia la pornografia l’unico mezzo dei vostri figli per conoscere il sesso e la sessualità?”

 

  • Oggi internet è immediato e i ragazzi, che sono molto curiosi, cercano immagini e filmati di donne e uomini in posizioni “scandalose”, come si diceva un tempo.
  • La conoscenza del sesso attraverso internet non è educativa e i nostri ragazzi sono a rischio.

A rischio di cosa?

 

       La questione è molto importante

  • in quanto la cattiva fruizione di internet conduce molti ad assumere un comportamento scorretto, diseducativo e sempre più spesso patologico.  
  • Sia nella costruzione della propria identità sessuale che nella libera e consapevole espressione dei propri sentimenti.
  • Si, talmente patologico che è addirittura Rocco Siffridi, il re del porno italiano, ad assumere una posizione netta contro l’uso che si lascia fare ai giovani di Quelle immagini.

 

Il problema

       Molti uomini adulti che hanno scoperto a 12-13 anni, nel segreto delle loro stanzette il godimento di immagini sessuali su internet, ne sono rimasti avvinghiati e ora si sentono letteralmente schiavi di questa pulsione per cui devono trascorrere anche 7-8 ore al giorno in quella posizione come fossero drogati. Si domandano se questo sia giusto. Se è giusto che, invece di fare tutte quelle attività che li farebbero sentire liberi e spensierati, si sentono invece bloccati nei confronti del sesso e della sessualità libera mentre al suo posto si insinua l’inibizione e la preclusione.

  • Il coinvolgimento è talmente forte che la compulsione a masturbarsi assume il carattere di dipendenza psicologica che conduce a vere e proprie crisi di identità e anche depressive.

 

Una questione controversa

      Questa è la spiegazione che spesso mi do al fatto che molti uomini, anche molto giovani che vengono nel mio studio per le ragioni più diverse, arrivati ad un certo punto  mi confidano sottovoce di avere qualche problema che ha a che vedere con la sessualità. Di solito a ciò si associa un diminuito desiderio sessuale che li porta a non soddisfare pienamente la propria compagna.

         A quel punto si apre una nuova fase del colloquio in cui devo indagare sui comportamenti sessuali del soggetto e sempre più spesso scopro che in molti casi è presente un uso o un vero e proprio abuso della pratica masturbatoria con l’aiuto di video porno di fronte al monitor.

Chiedete all’autore      Telefona   al 328 6293008     Scarica l’introduzione

Di Paolo Mancino Psicologo Napoli

Paolo Mancino è psicologo specializzato in terapia strategica. Svolge la professione al suo studio di Napoli, in via Scarlatti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *