Prenota un consulto

Cosa posso fare per aiutare mia figlia?

Mia figlia frequenta il terzo anno del liceo scientifico, nei primi due anni era solo studio, non usciva ne il sabato ne la domenica era sempre in pigiama a studiare, nonostante già ha rischiato di essere bocciata ed alla fine le hanno dato due debiti che ha recuperato a settembre. Io per due anni le ho sempre proposto di cambiare indirizzo di studio perchè era ancora in tempo. All’inizio del terzo le ho detto che si doveva impegnare, e che ormai era troppo tardi per cambiare indirizzo scolastico, ma lei ormai è molto demotivata, non sta più in pigiama a studiare senza mai uscire di casa, il sabato e la domenica esce, frequenta le compagne di scuola, fa le passeggiate con loro. Un mese fà , ci ha convocato la professoressa coordinatrice di classe e le ha chiesto se stava andando al massimo con lo studio perchè se era così, le proponevano di cambiare indirizzo. Lei ha risposto che se doveva cambiare indirizzo non voleva più andare a scuola. Allora la sto facendo seguire da due insegnanti una per le materie letterarie ed un altra per le scientifiche.
Il lavoro di recupero è notevole ed a me sembra un po depressa non riesce a memorizzare molto velocemente, non studia più niente da sola le devono rispiegare più volte le cose e nonostante è seguita i risultati non ci sono.

Ogni volta che fa le verifiche vuole che le compagne le passino la copia, non capisce il testo dei problemi, o non ci prova nemmeno a leggerli. Non ha mai avuto fiducia nelle sue capacità. Anche alle medie non scriveva mai niente se non c’ero io vicino a lei,ma le materie orali almeno le studiava da sola. Si è ormai convinta di non farcela e sta rischiando di nuovo l’anno. Cosa posso fare, ho paura dello shok della bocciatura, in quanto l’anno scorso dopo aver preso i due debiti ha avuto una caduta di capelli cosi’ repentina che le ho dovuto fare le analisi del sangue e le varie terapie. Dice che le insegnanti ce l’hanno con lei,
che la prof. di chimica ha dato tre tipi di verifiche diverse, ed a lei ha dato quella più difficile che ha dato ai più bravi e vicino a lei non c’era nessuno che ce l’aveva e quindi nessuno la poteva aiutare. La prof. di fisica ha capito che si era organizzata con una compagna perchè l’aiutasse, e l’ha spostata, lei chiedeva aiuto ai compagni vicini ma quelli si arrabbiavano perchè li distraeva. Per qualsiasi cosa chiede consigli altri anche se deve ciattare con qualcuno chiede aiuto alla cugina per le risposte. In casa nonostante le dico di sistemare non mette più ordine, prima il suo armadio e i suoi cassetti erano di un ordine di una precisione che adesso non c’è più.
La mattina è sempre in ritardo a volte non si lava nemmeno e se lo fa ci mette tanto, anche quando si trucca chiede a me di metterle il fard perchè lei non lo mette bene. Ha sempre bisogno di essere incoraggiata per qualsiasi cosa. L’insegnante che la segue per le materie letterarie, attribuisce il
suo scoraggiamento al fatto che va scuola insieme alla cugina, perchè le sente dire delle cose che le han fatto capire che ha con questa, un rapporto di amore e di odio, di competizione negativa.
Cosa posso fare per aiutare mia figlia?

Privacy Policy Cookie Policy