Prenota un consulto

Ho subito un afflosciamento

Gentile dottore,

Siccome vengo da dieci anni da single privo di contatti con una donna, ho sviluppato una dipendenza sessuale con masturbazione compulsiva, presente già dai 20 anni circa (min. 2 – 3 al giorno, con picchi fra 4 e 6). Raramente fra l’adolescenza e ora sono stato più di un giorno senza masturbarmi. Spesso mi sembra di eiaculare in semi erezione.
Ho avuto ieri un tentativo di rapporto sessuale con una ragazza, ma, oltre ad avere erezioni incostanti e non molto dure, ho subito un afflosciamento totale appena la ragazza ha cercato di masturbarmi (non mi piace molto essere toccato in quel punto, perché c’è una zona molto delicata a causa della frenulotomia) e l’erezione non è più tornata. Per l’occasione mi ero anche astenuto dal masturbarmi per un giorno. Questa impotenza si può spiegare con la masturbazione compulsiva, e quindi mi basterebbe stare alcuni giorni a riposo per riprendermi? O devo fare degli esami?
Devo anche aggiungere che vengo da un periodo di forte stress emotivo e depressione.

Una volta problemi sessuali come questi non erano così frequenti nei ventenni, ma oggi si assiste a un aumento esponenziale di queste patologie. Sarà solo perché oggi se ne parla di più, che sembrano aumentate, oppure la torrenziale abbondanza di video pornografia a disposizione dei ragazzi (e delle ragazze) può realmente avere un ruolo nella genesi di tali disturbi?

Ecco qui la definizione della disfunzione erettile secondo l’ Istituo Nazionale della Salute del 1992:
“Una consistenza inabilità a raggiungere e a mantenere l’erezione sufficiente per soddisfare le relazioni sessuali”.

La disfunzione erettile viene denominata più propriamente Disturbo maschile dell’erezione e impotenza ed è dovuta a varie cause. Nel nostro caso, riferendoci ad un disturbo acquisito e non presente fin dall’inizio lo descriveremo come tale andando a ricercare le ragioni che vengono attribuite alla pornodipendenza o masturbazione eccessiva.
Risulta difficile ottenere statistiche sulle persone su questo argomento. Gli studi condotti da Kinsey nel 1948 dicono che sotto i 20 anni meno dell’1 % aveva disfunzione erettile. Mentre al di sotto dei 45 anni il 3%. Molti di questi casi dipendevano da ansia da prestazione.
Il Disturbo maschile dell’erezione acquisito è stato riportato nel 10-20% degli uomini.
Già Freud dichiarò che il disturbo era presente nel 50% degli uomini che lui trattava per disturbi di natura sessuale (H.I.Kaplan,1994).

Privacy Policy
Cookie Policy