Prenota un consulto

Depressione: E’ più forte di me

 

 

incastrato3Io non riesco a capire neppure ciò che faccio: infatti non quello che voglio io faccio, ma quello che detesto. Ora, se faccio quello che non voglio, io riconosco che la legge è buona; quindi non sono più io a farlo, ma il peccato che abita in me. Io so infatti che in me, cioè nella mia carne, non abita il bene; c’è in me il desiderio del bene, ma non la capacità di attuarlo; infatti io non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio. Ora, se faccio quello che non voglio, non sono più io a farlo, ma il peccato che abita in me (S. Paolo nella “Lettera ai Romani”, 7:15).

Oggi abbiamo molte possibilità per cambiare prospettiva rispetto alla tendenza che molti hanno di arrendersi davanti ad una forza alla quale non si sono mai veramente opposti con una vera convinzione.
Oggi noi abbiamo più mezzi per fronteggiare la rassegnazione di fronte alle dipendenze e la depressione.
Parliamone. Anche per telefono o comunicando sul web nelle forme che propongo, potrai imparare cose che prima non immaginavi o non avevi la forza di vedere.

Privacy Policy Cookie Policy