Prenota un consulto

Controllare gli impulsi

controllo d impulsiAlcune persone si domandano se è possibile controllare la loro aggressività dal momento che fanno cose di cui si pentono. Queste persone possono essere confrontate con altre che invece hanno un controllo sui loro impulsi più in generale e hanno una vita felice.

Vantarsi per il mancato controllo
Non è insolito che ci si compiace per non riuscire ad avere il controllo sulle proprie pulsioni come quella sessuale e di questo non riuscire a nasconderne il vanto in certi ambienti. Così pure ci si vanta di essere tipi allegri e nascondere in questo modo una depressione incipiente. Si sa che moltissimi attori comici soffrono di depressione.

Tutto e subito
Spesso, più spesso di quello che pensiamo, le persone sviluppano una dipendenza (gioco d’azzardo, compulsione a spendere, compulsioni che interessano il sesso come la porno dipendenza o la sex addiction, e difficoltà varie a posticipare (differire) l’esito di un desiderio; si vuole tutto e lo si vuole subito.
L’atteggiamento prevalente sembra quello che se non hai l’oggetto, la conquista o il successo desiderato non puoi continuare a vivere. Parlo ovviamente di una parte della società mentre l’altra si trova in condizioni diverse anche se chiunque può ritrovarsi in una di queste condizioni.
La domanda fondamentale allora è come si fa ad esercitare un controllo sui propri impulsi.
Bisogna pertanto soffermarsi a esaminare un paio di cose.

La prima è quella che bisogna andare a fare una visitina alle proprie abitudini di vita fino a questo momento, la seconda è quella di provare a scoprire dentro di se quanta parte veramente vuole il cambiamento.

Su questa secondo aspetto del problema vanno considerati alcuni dei pensieri che sono più ricorrenti di altri quando si affronta il desiderio. La domanda fondamentale è:

“se rinuncio alla soddisfazione immediata di quel desiderio cosa perdo. Cosa vinco invece se ci rinuncio fino ad un tempo determinato e scelto da me?”

E’ il bambino che non riesce ad aspettare il soddisfacimento del bisogno. lnoltre, il bambino piccolo potrà egli stesso trovare dei modi per ritardare il soddisfacimento del suo bisogno, sia il dolce preferito, sia il giocattolo.

Esamina le tue convinzioni

Uno dei riscontri che bisogna andare a guardare poi è se la persona che vuole controllare i suoi impulsi quali convinzioni ha riguardo a questo.
Come dicevo, se egli ha avuto continuamente esempi di mancata rinuncia, e lui stesso si è trovato nelle condizioni educative di essere sempre soddisfatto per le sue esigenze anche quando queste riguardavano cose o desideri a cui poteva benissimo rinunciare.
Tra le convinzioni che favoriscono un modo di porsi certamente disfunzionale c’è quella sessuale che l’uomo non è in grado di differire l’orgasmo: quando arriva la moglie o la fidanzata devono soddisfarlo. E’ un obbligo perentorio che se non soddisfano sono colpevoli. Molte donne si rassegnano mentre altre rinunciano. Così accade che se l’uomo si soddisfa da qualche altra parte la compagna diventa responsabile di questa trasgressione. Moltissime coppie si trovano in questa situazione e i loro rapporti sono seriamente minacciati. Quando questi vanno dallo psicologo ci si trova nella eventualità di soccorrere il maschio che asserisce di non avere colpe perchè la moglie non ha soddisfatto puntualmente le sue esigenze sessuali. Pertanto bisogna incominciare dal convincere in qualche modo l’uomo che deve assumersi ogni responsabilità del rapporto con la moglie, anche quella di renderla felice e soddisfatta sessualmente.

Privacy Policy Cookie Policy